Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------

CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

mercoledì 28 agosto 2013

DA MEDA A MONTORFANO CON IL COMITATO PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA



DOMENICA 1° SETTEMBRE 2013 CON RITROVO ALLE  ORE 7,30 A MEDA (MB) PRESSO IL PARCHEGGIO DELLA STAZIONE DELLE FERROVIE NORD 
(LINEA MILANO - ASSO)

ESCURSIONE CURATA E IDEATA DA:
Comitato per il Parco Regionale della Brughiera.

DA MEDA AL LAGO DI MONTORFANO

SITO DI INTERESSE COMUNITARIO (S.I.C.)

UN NUOVO SENTIERO DA NOI INDIVIDUATO 
A OVEST DI CANTU’ PER PROMUOVERE
IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA

PERCORSO:
a piedi su sentieri e strade per circa 28 km per camminatori allenati (durata 6 ore circa).
Si parte dalla stazione FNM di MEDA (MB) con l'invito ad arrivare in treno al ritrovo a chi abita lungo la linea ferroviaria Milano-Asso.

Dalla stazione si parte alle ore 7,45 per entrare nella Brughiera dall'appendice più a sud del Parco dietro il centro storico di Meda.

Entrati nei boschi si prende la direzione di LENTATE proseguendo per NOVEDRATE e CARIMATE. Da qui ci si dirige verso VERTEMATE fincheggiando poi FINO MORNASCO e CUCCIAGO.

Seguendo e guadando il "magico" Rio Acquanegra (con scorci naturalistici di grande bellezza), si arriva all’Oasi WWF del Bassone - Torbiere di Albate (anche questo è un S.I.C.).

Da qui si continua per SENNA COMASCO per poi attraversare il Parco Spina Verde in zona ex-polveriera nel comune di COMO. Si sale, sempre nei boschi, passando da Lora e infine, fiancheggiando il Golf Villa d’Este, cominceremo a intravedere tra le chiome degli alberi i primi scorci "da cartolina" del LAGO DI MONTORFANO (Sito di Interesse Comunitario).

Arrivati poi in zona Lido (all'incirca intorno alle ore 13,30), sosteremo sui prati per consumare il "meritato" pranzo al sacco che sarà a carico dei partecipanti. Qui ci troveremo sulla punta più a nord del Parco della Brughiera dopo aver percorso circa 28 chilometri.

Il rientro è previsto, dopo la sosta in zona Lido per il pranzo al sacco, con il BUS C45 delle ore 15,00 da via Brianza ­ MONTORFANO. Si scende a  INVERIGO zona stazione FNM per poi prendere il treno direzione Milano delle ore 16,00 per arrivare a MEDA intorno alle ore 16,20.

Tutte le operazioni per gli spostamenti del rientro e l'acquisto dei biglietti (costo a carico dei partecipanti) saranno seguite dagli accompagnatori dell'escursione fino alla luogo del ritrovo iniziale (stazione FNM di Meda). Per eventuali difficoltà che possono sopraggiungere durante l'escursione, a circa metà del percorso si passa dalla stazione delle Ferrovie delle Stato di Cucciago, da cui si può prendere il treno per tornare a Camnago di Lentate e poi con le FNM andare a Seveso con cambio per Meda. 

A questo punto non ci rimane che consigliare a tutti di partecipare con noi a questa escursione che, alla sua terza edizione, è già per tanti una delle migliori programmate all'interno de "Le Stagioni del Parco",  in quanto ci dà l'occasione di ammirare luoghi poco conosciuti della Brughiera, ma che presentano aspetti naturalistici e di paesaggio della Brianza Comasca veramente unici. Ci ricorda altresì, che chiedere l'istituzione di un Parco Regionale per la Brughiera è indispensabile per dare continuità ad un territorio a verde per ora ancora preservato (sempre però a rischio di "estinzione"), ma sopratutto è indispensabile in quanto questo polmone verde è un bene primario e vitale per i cittadini. Non è solo un luogo dove fare le gite domenicali. E' (e speriamo che sia anche per le generazioni future) quello che mangiamo, quello che respiriamo, quello che beviamo. In poche parole.....è la nostra vita e quella della fauna e della flora che lo rende tale.

Allegato qualche link per informazione su alcuni luoghi che attraverseremo:





La mappa con il nuovo sentiero da Meda a Montorfano (pallini blu)
Sotto, l'articolo de La Provincia sull'iniziativa.

giovedì 8 agosto 2013

PEDEMONTANA E RISCHIO DIOSSINA: IL COMUNICATO STAMPA DEI 7 SINDACI


Dopo la lettera dei Sindaci della Tratta B2 + Desio + Bovisio Masciago di cui vi avevamo relazionato qui sulla questione dei terreni ancora contaminati da TCDD ove dovrà transitare la futura inutile autostrada,  APL (Autostrada Pedemontana Lombarda) ha inviato alle 7 amministrazioni una risposta, i cui contenuti sono atti a "rassicurare" tutti i Sindaci firmatari.

Nella missiva, APL conferma che ARPA non è stata minimamente coinvolta nelle analisi ambientali commissionate nel 2012 a Strabag e si ammette che essendo le stesse non esaustive, ulteriori analisi supplementari saranno effettuate, questa volta con validazione di ARPA, senza però specificare se a progetto esecutivo concluso o in corso di validazione dello stesso.
 
La risposta di APL, che ci impegnamo a illustrare prossimamente, non ha però sortito l'effetto "tranquillante" sperato poichè i Sindaci di Seveso, Meda, Barlassina, Lentate S/S, Cesano Maderno (tratta B2) e di Desio e Bovisio Masciago (tratta C) con il Comune di Seveso quale referente del coordinamento, hanno dato alla stampa un comunicato che vi proponiamo sotto nella versione integrale.

TEMPO DI VACANZE, MA ANCHE ...... UNA SERATA IN PIAZZA PER LA BRUGHIERA A LENTATE S/S

Anche nel mese di agosto, il Comitato per il Parco Regionale della Brughiera c'è.
SABATO 17 agosto 2013, a LENTATE SUL SEVESO, una simpatica iniziativa per promuovere la proposta di PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA.


mercoledì 7 agosto 2013

NEL PAESE DEI CACHI, UN PREGIUDICATO RICATTA IL PAESE E QUALCUNO GLI FA IL CORO


Non bastavano le esternazioni, spesso di stampo eversivo, dei suoi diretti e fedeli seguaci dopo che la Sentenza della Cassazione ha definito con l'ultimo e finale grado di giudizio, la colpevolezza di Berlusconi per evasione fiscale.
Ora, in questo paese sempre più simile al paese dei cachi, ci si mette anche una certa stampa, quella dei poteri forti, che si unisce, anche se in modo più soft, a quella di famiglia del signor B. per cercare di orientare l'opinione pubblica verso una forma subdola di "arrendevole accettazione" dello status di incolpevole vittima del pregiudicato signor B.
Incolpevole perchè "leader" di un partito e quindi "differente" dai comuni mortali, incolpevole dunque a prescindere, ignorando pure le altre pendenze giudiziarie e condanne ancora non al terzo grado di giudizio nonchè le numerose prescrizioni o assoluzioni giunte solo perchè molti reati sono stati depenalizzati "su misura" per il B. e dai governi da lui guidati.
Questa stampa non ha remore nel chiedere che a B. sia applicata l'impunità.
Non perdono nemmeno tempo nel chiedere la riforma della Giustizia, come se la condanna del caimano sia per loro qualcosa di inaccettabile poichè con essa la Magistratura giudicante ha di nuovo superato un'indicibile linea di demarcazione, quella che, a tutela del "Sistema" da essi incarnato, auspica l'intoccabilità dei dinosauri della politica, dell'economia, della finanza, dell'industria.

Noi invece continuimo a pensare che in questi settori, così come in tutte le attività, non vi debba essere spazio per il malaffare e che la Giustizia, quella vera, non deve fare alcuna distinzione rispetto al livello sociale d'appartenenza, così come sta scritto nella nostra COSTITUZIONE.
Addirittura riteniamo ancora più grave che si violi la legge approfittando delle posizioni di responsabilità che si ricoprono, siano esse nel pubblico o nel privato.
Allo stesso modo, diciamo che le riforme Costituzionali non si possono fare con politici pregiudicati e/o inquisiti e che LA COSTITUZIONE non va modificata MA TOTALMENTE APPLICATA nella sua profonda essenza democratica.