Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------

CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

mercoledì 30 settembre 2015

PEDEMONTANA: PIANO DI CARATTERIZZAZIONE PER LA DIOSSINA MA ANCHE BANCHE IN FUGA


NOTIZIE SULLA CARATTERIZZAZIONE

Il coordinamento Insieme in Rete per uno Sviluppo Sostenibile continua a seguire la partita Pedemontana e rischio diossina TCDD.
Dopo la pubblicazione del verbale della conferenza dei Servizi del 29-07-015, conferenza con all'OdG il Piano di Caratterizzazione per determinare la concentrazione di TCDD e diossine nelle ex aree A-B-R interferite dall'autostrada, pubblichiamo ora l'integrazione costituita dalla cartografia con la localizzazione dei punti ove verranno effettuati i sondaggi.
Va detto che nella documentazione inoltrata da APL c'è un'imprecisione (o un omissione ?) su cui si dovrà fare molta attenzione.
Nella Premessa (pag 3di 6), APL ancora non considera la metodologia dei campionamenti così come da prescrizione ARPA e da richiesta dei Sindaci dei Comuni di Seveso, Desio, Barlassina, Bovisio Masciago e Cesano Maderno (Meda è rimasto alla finestra per non disturbare).
Per fortuna, il verbale (vedi sotto) di Regione Lombardia parla chiaro e considera tali prescrizioni e richieste parti da implementare nel Piano di Caratterizzazione.


Ora, se eseguiti come definito da APL i sondaggi in alcune aree della zona R e di parte della B risulterebbero falsati poichè nell'analisi del Top Soil (da 0 a 20cm) si andrebbe a caratterizzare terra nuova riportata, sicuramente non contaminata da TCDD.
Diversamente, le prescrizioni ARPA e le richieste dei 5 Comuni consentirebbero una caratterizzazione reale del terreno originariamente in superficie. (vedi https://www.scribd.com/doc/280006888/VerbConfServ29-07-015CaratterizzBLOG).
L'incongruenza è già stata segnalata ai Sindaci.

Il documento integrativo comprende la mappa di localizzazione dei sondaggi.
Sondaggi che aumentano numericamente con 45 punti aggiuntivi (totale 214) di cui 10 fuori dalla zona R (6 a Bovisio Masciago e 4 a Desio) oltre ai campionamenti previsti anche sulle opere di viabilità accessoria laddove siano previsti scavi. 


SUI GUAI ECONOMICI DI PEDEMONTANA

Intanto, un'altra notizia è stata diffusa in questi giorni:
la gara indetta da APL per trovare i soldi per un nuovo prestito ponte da 200  milioni e oltre 3 miliardi per i lotti B2 e C è scaduto andando deserto poichè nessun istituto di credito ha dimostrato interesse.
Addirittura l'assemblea degli azionisti di Banca Intesa ha espresso la volontà di volersi ritirare cedendo le sue partecipazioni autostradali entro il 2017.

Vedi articoli su:

La gara, già prorogata una volta (dal 14 settembre al 25 settembre 015, pur con un avviso che non lo avrebbe consentito) ora è stata, nonostante il flop continuo, nuovamente prorogata al 25 novembre 015, nella disperata ricerca di qualche investitore.

Eppure .... eppure .... quelli che vogliono questa inutile e devastante infrastruttura ad ogni costo, (Maroni, Cattaneo, gli Ass. Reg. Sorte e Sala e anche, seppur ora in modo più defilato, Alfieri del Pd) continuano a ripetere come un disco rotto che questa autostrada si deve fare e si farà.
Non vorremmo correre il rischio che qualcuno, con la solita italica impudenza, s'azzardi, per forzare la mano, ad aprire cantieri sulla tratta B2, giusto per poi chiedere a gran voce SOLDI PUBBLICI per la copertura economica.
Questo film è, purtroppo, già andato in onda e riguardava la tratta B1, dove, pur di realizzare il solo nastro d'asfalto autostradale - ricordate : la "variante per Expo - hanno lì dirottato le risorse pubbliche che erano previste per l'intera tratta, ottenendo successivamente la defiscalizzazione per 385 mln d'euro.
Val la pena inoltre rammentare che si è anche in attesa della realizzazione delle COMPENSAZIONI AMBIENTALI per le tratte A e B1, ancora in alto mare nonostante gli annunci.

Insieme in Rete lo dice da tempo, la Pedemontana si fermi lì, dove purtroppo è arrivata, si facciano le Compensazioni Ambientali previste sulle tratte A, B1 e sulle tangenziali di Como e Varese e si discuta CON TUTTI - ambientalisti compresi- su come risolvere il problema dei nuovi volumi di traffico (semprechè ci siano, visto che APL li considera ininfluenti -ma allora a che serve la B1 ?) che si riverseranno sulla Milano-Meda all'apertura della B1.

DAL PRESIDIO ANTIFASCISTA DI MEDA


Mentre all'interno della sede di Forza Nuova andavano in scena i soliti discorsi dal sapore razzista e xenofobo, con tanto di lugubre "giuramento" finale "di fronte ai camerati caduti per la salvezza d'Europa" (vedi volantino  a sx), dinanzi alla sede dell'ANPI si teneva un riuscito presidio contro il fascismo, il razzismo, la xenofobia, l'antisemitismo e l'omofobia cui hanno partecipato i gruppi medesi dell'ANPI, di Sinistra e Ambiente, del PD e che vedeva la presenza e l'adesione dell'Anpi dei comuni vicini (tra loro Verano, e Bovisio Masciago), di Rifondazione Comunista, del PCL e di altri gruppi (ci scusino tutti coloro che non abbiamo menzionato).
Un presidio riuscito sia per il numero dei partecipanti, sia per la conviviavilità e lo scambio di opinioni ed esperienze. Da via Roma ci si è spostati poi in Pza.Municipio con slogan contro il fascismo e canti della resistenza.
Sinistra e Ambiente non poteva mancare

Primi arrivi al presidio

via Roma si riempie
Ci si sposta in Pza. Municipio



momenti del presidio con slogan antifascisti in Pza. Municipio

domenica 27 settembre 2015

MEDA: PRESIDIO ANTIFASCISTA IL 29-09-015 CONTRO L'APERTURA DELLA SEDE DI F.N.


E' arrivata a Meda la pessima notizia dell'apertura di una sede provinciale di Forza Nuova, organizzazione di estrema destra che ultimamente ha "brillato" in Brianza per indegne e razziste manifestazioni tra le quali quella ad Agrate e a Limbiate contro l'apertura dei centri di prima accoglienza per i profughi.
In merito all'"arrivo" di FN a Meda, vedi sotto il volantino di Sinistra e ambiente.

Per dare una prima risposta visibile, Sinistra e Ambiente aderisce e parteciperà al

PRESIDIO 
 IL 29.09.15 
DINANZI ALLA SEDE PROVVISORIA DELL'ANPI DI MEDA
VIA ROMA 4
DALLE ORE 20.00
SI INVITANO I CITTADINI AD ESSERE PRESENTI



Per partecipare al presidio puoi aderire anche qui:NO-NAZI a MEDA


Dall'Osservatorio sulle Nuove Destre  di Saverio Ferrari:

FORZA NUOVA INAUGURA A MEDA LA SUA NUOVA SEDE PROVINCIALE chiedendo la protezione dell’Arcangelo San Michele nella guerra contro l’odierna minaccia diabolica: immigrazione e “ideologia gender”.
FORZA NUOVA Monza Brianza annuncia che la sera di mercoledì 29 settembre 2015 inaugura la sua nuova sede provinciale a Meda in Via Vignoni 13. Sarà fatta in gran pompa, tant’è vero che sarà presente, in una precisa scala gerarchica, tutta la sua dirigenza: dal coordinatore provinciale Luca Giugno, al coordinatore regionale Salvatore Ferrara, al coordinatore dell’Italia del Nord Luca Castellini, al vicesegretario nazionale Duilio Canu – per finire con il grande leader indiscusso, Roberto Fiore, segretario nazionale. Questo ci dice quanta importanza si dia a questo insediamento ufficiale nel territorio.
Perché proprio in quel giorno? Perché è la festa di San Michele Arcangelo. E, ricorda l’annuncio, “il 29 settembre 1997 un manipolo di uomini, tra cui Roberto Fiore e Massimo Morsello, sotto la protezione di San Michele Arcangelo, diedero vita a Forza Nuova”. E, a monte, perché nel 1927, in Romania, Corneliu Codreanu diede vita alla Legione dell’Arcangelo Michele, ossia la struttura paramilitare di quelle che si chiameranno Guardie di Ferro o Camicie Verdi: un’organizzazione ferocemente nazionalista, antibolscevica, antisemita, colpevole di innumerevoli delitti. “San Michele Arcangelo, principe della milizia celeste, guidaci e difendici nel combattimento” è la preghiera ripetuta in questo giorno, in cui ogni militante rinnova solennemente la sua dichiarazione di fedeltà alla causa forzanovista. Un atto di fedeltà e un grido di guerra. Guerra contro il moderno Lucifero, ossia contro chi mina la struttura e i valori della società tradizionale: ad esempio contro chi diffonde i valori corrosivi della cosiddetta “ideologia gender” e dell’ “omosessualismo” e contro chi tollera, anzi favorisce, l’immigrazione di persone di altra etnia e altra religione, allo scopo di distruggere il “nostro popolo”. “La Romania ai Romeni”, diceva Codreanu negli anni Trenta. “L’Italia agli italiani”, dice Forza Nuova oggi. E, inserendosi in tematiche molto odierne, lotta contro il potere delle banche e della finanza. Però qui bisogna ricordare l’interpretazione particolare che fa da retroterra: ossia l’asserita esistenza di una sempiterna internazionale giudaica, come ripeteva il sito italiano di Storm Front condannato per incitamento all’odio razziale, inneggiamento alla supremazia della razza bianca e negazionismo.
“Dal 1997 i nostri punti programmatici non sono mai cambiati” scrive Forza nuova. Così, ad esempio, il 30 agosto scorso hanno fatto un presidio ad Agrate, contro un centro profughi. Le parole d’ordine erano: basta business dell’accoglienza, rimpatrio immediato e aiuto a casa loro (non meglio specificato come). E aiuti invece “per gli Italiani in difficoltà, senza casa e senza lavoro”. Una retorica pericolosa, in tempi di vera crisi, perché aizza al razzismo come immaginaria soluzione a tutti i problemi e costruisce e cementa un falso “senso comune”. “Prima gli italiani”: uno slogan che Forza Nuova ha propagandato in questi anni in tanti banchetti nel centro di Monza (dove metteva anche un numero telefonico di pronto soccorso per segnalare abusi e prepotenze da parte degli immigrati contro gli italiani…).
L’altra attività a cui Forza Nuova si sta ossessivamente dedicando è il contrasto all’introduzione di ideologie perniciose nelle scuole. Già nel febbraio 2015 avevano tappezzato i dintorni di 15 scuole elementari e medie di Monza con un manifesto in cui campeggiava l’immagine di una giovane famiglia formata da mamma, papà e bambino e in cui si invitavano i cittadini a unirsi nella lotta per la famiglia tradizionale e contro “la propaganda e assimilazione fin dai primi anni di scolarità della teoria “gender” e dell’omosessualismo». Secondo Ordine Futuro, un ramo di Forza Nuova, è in atto una vera e propria congiura. “Le oligarchie mondiali vogliono imporre l’uniformità sessuale. L’attacco alla sessualità, nei suoi generi maschile e femminile, rappresenta oggi il più sconcertante tentativo di manipolazione dell’essere umano mai tentato nella storia”. Una “mutazione antropologica” che renderà le persone più deboli di fronte ai “poteri forti”. Viene prospettata una minaccia apocalittica che, a primo acchito, sembra persin ridicola, ma che invece contribuisce a seminare e far crescere (insieme alla minaccia dell’invasione degli “alieni” immigrati) un oscuro senso di allarme nelle “persone comuni”, tanto più che si collega a un senso profondo e istintivo di difesa dei bambini e dei figli. Ma ricordiamo anche che Forza nuova, nel primo dei suoi punti programmatici, mette la “abrogazione delle leggi abortiste”, ossia un attacco molto concreto alle possibilità di decisione e autonomia della donna.
Forza Nuova è un’organizzaione molto pericolosa nel panorama dell’estrema destra. Per chi possa avere dei dubbi, ricordiamo le sentenze nei suoi riguardi. La quinta sezione della Cassazione di Roma, con la sentenza 4938 del febbraio 2011, dichiarava che annoverare Forza Nuova tra le «organizzazioni chiaramente fasciste e che sono portatrici di valori quali la xenofobia, il razzismo, la violenza e l’antisemitismo» rientra nel diritto di «critica storica e politica», dal momento che «alla luce dei dati storici e dell’assetto normativo vigente durante il ventennio fascista, segnatamente delle leggi razziali, la qualità di fascista non può essere depurata dalla qualità di razzista e ritenersi incontaminata dall’accostamento al nazismo» e che «sempre in dimensione storica», qualifiche di «xenofobia, razzismo, violenza ed antisemitismo attengono a principi o valori (o disvalori, a seconda della diversa angolazione prospettica), intimamente connaturati e strutturalmente coessenziali alla ideologia nazista e fascista». Si ripeteva il contenuto di un’altra sentenza del 2010. Tutt’e due nascevano da denunce presentate da Roberto Fiore contro chi aveva usato quelle qualifiche nei confronti della sua organizzazione.
Lo stesso Roberto Fiore che viene a inaugurare la nuova sede provinciale di Forza Nuova a Meda il 29 settembre 2015. Che viene quindi a diffondere valori – ripetiamolo con le parole della Cassazione – di xenofobia, razzismo, violenza e antisemitismo.
Ce n’è abbastanza per invitare alla mobilitazione degli antifascisti, degli antirazzisti, dei democratici.

venerdì 25 settembre 2015

DAELLI (PD) E MOLTENI (NCD) SI DIMETTONO E POI SI RIELEGGONO SCAMBIANDOSI IL RUOLO



Il 16-09-015 s'è riunita la commissione Regolamento e Statuto.
Un incontro nel solco della surreale situazione venutasi a creare dopo le note forzature attuate da Molteni (NCD) e dal PD.
Un incontro dove s'è replicata la commedia della "corresponsione d'amorevoli e condivisi intenti" tra i rappresentanti del PD e Bruno Molteni dell'NCD.

L'incontro serviva per eleggere nuovamente Presidente e Vicepresidente della Commissione, dopo le dimissioni di Daelli (Pd) da Presidente e di Molteni (Ncd) da Vice.
Dimissioni e successiva votazione per ......... SCAMBIARSI NEI RUOLI !

Al voto in Commissione hanno partecipato DUE soli aventi diritto (su 7): Molteni (Ncd) e Daelli (Pd) che si sono votati reciprocamente giustappunto scambiandosi i precedenti incarichi: Molteni diventa Presidente e Daelli Vice.
Assenti Lega, IdV e Lista Buraschi.
Sinistra e Ambiente con Alberto Colombo e Meda per Tutti con Vermondo Busnelli, hanno deciso di non partecipare alla votazione, motivando la loro scelta con dichiarazioni a verbale (Colombo) e con un documento allegato al verbale (V. Busnelli).
Come le altre, anche la Commissione Regolamenti e Statuto è divenuta ormai una vuota assise.

Come abbiamo già scritto, l'intero confronto e la discussione avviata sulla modifica del Regolamento e dello Statuto sono stati completamente vanificati dagli eventi del recente passato con Molteni che, n qualità di Presidente del Consiglio  (carica che gli permette di presentare Odg), ha attuato una forzatura politica decidendo  insieme con il Pd e con Caimi, contenuti e modalità delle modifiche al Regolamento poi portate ed approvate dagli stessi PD e NCD in Consiglio Comunale.
In buona sostanza, Molteni e il Pd hanno impedito  l'elaborazione in Commissione di una scrittura unitaria e condivisa del nuovo Regolamento, esautorando la Commissione Regolamento e Statuto e preferendo muoversi in assoluta (e spregiudicata) libertà per approvare in Consiglio Comunale, forti della loro "alleanza" e dei numeri, modifiche al Regolamento "su misura".
Modifiche che hanno esteso a tutte le Commissioni il "voto pesato", consentendo al Pd di blindarle visto che "pesando" 8+1 può definire DA SOLO agenda, contenuti, pareri e numero legale, riducendole a mera appendice dell'esecutivo di Caimi.

Svuotata dalla potenzialità di riscrivere un Regolamento e uno Statuto migliore, quali argomenti rimangono dunque per i lavori della Commissione Regolamento e Statuto ? 
Semplice, quelli formalmente obbligatori  e necessari all'esecutivo per deliberare, con un parere dall'esito scontato visto l'indisponibilità a qualsivoglia confronto e contributo altrui.

Nota divertente: Molteni continua a dichiararsi "appartenente alla minoranza" e come tale ritiene di svolgere come Presidente (del Consiglio Comunale e ora della Commissione) un ruolo di "garanzia".
Si certo, come no, la garanzia di "alleato e inspiratore" per Caimi e l'esecutivo.

Sotto, il verbale della Commissione Regolamento e Statuto del 16-09-015.

giovedì 24 settembre 2015

IL REBUS DEI LAVORI DI "MESSA IN SICUREZZA" DELLE SCUOLE MEDESI

La scuola Anna Frank
La scuola Antona Traversi
Diventa sempre più confusa ed intricata la vicenda dei lavori eseguiti (e/o da eseguire) nelle scuole medesi.

Dopo la determina n° 92 del 7-09-015 in cui si affidava alla soc. TecnoIndagini srl di Cormano l'incarico di "verifica statica dei solai" nelle scuole Anna Frank e Traversi, (importo 11.285 euro), in data 15 e 16-09-015 sono state emanate sempre dal Dirigente dell'Area Infrastrutture e Gestione del Territorio altre due determine (n° 94 e 95 sotto riportate) che, sulla base della perizia tecnica eseguita, affidano con procedura diretta alla ditta Sicurtecno srl di Cormano, l'esecuzione e la fornitura di "posa in opera di controsoffittature antisfondellamento al fine della messa in sicurezza dei solai" (strutture orizzontali) negli edifici delle scuole Anna Frank e Traversi, con un importo rispettivamente di 140.229 euro per l'Anna Frank e di 24.141 euro per la Traversi.

Entrambe le determine si riferiscono ad "AFFIDAMENTI URGENTI ED INDIFFERIBILI PER LA MESSA IN SICUREZZA".

Con tutta sincerità, fatichiamo a comprendere la reale situazione sia rispetto alle condizioni effettive degli  edifici scolastici sia rispetto alla correlazione temporale delle date delle determine e ai loro contenuti rispetto ai lavori di cantiere.

Infatti, le dichiarazioni del 15-09-015 dell'Assessore ai Lavori Pubblici Simona Buraschi, andavano in tutt'altra direzione visto che in un comunicato aveva dichiarato conclusi AL 14 SETTEMBRE anche i lavori di controsoffittatura in entrambe le scuole !
Riprendiamo i passaggi del comunicato dell'assessore relativo alle due scuole:

"L'intervento realizzato mediante posa di controsoffittature strutturali antisfondellamento con un sistema brevettato, è stato interamente finanziato con risorse comunali ed è risultato consistente. I lavori che si dovevano effettuare durante la chiusura estiva, hanno interessato pressoché tutto l’edificio e si sono conclusi entro il 14 settembre. (Costo complessivo dell’intervento Euro 115.000,00).
Abbiamo inoltre ritenuto di disporre anche per la scuola media G.A Traversi la verifica delle condizioni delle strutture. L’intervento di messa in sicurezza realizzato nelle parti segnalate anche in questo caso mediante posa di controsoffittature strutturali antisfondellamento con un sistema brevettato, è stato finanziato con ulteriori risorse comunali e si è concluso entro il 14 settembre."

Ma se si leggono le determine del 16-09-015, così non è.
Vorremmo dunque capire  se ci sono ancora lavori da effettuare, purtroppo con aule già in uso per l'avvenuto avvio dell'anno scolastico e connessi problemi di sicurezza per alunni e personale docente e non o se le determine sono ....... postume.

Vedi allo scopo nostra interrogazione protocollata in data 15-09-05

Sotto la determina per l'Anna Frank e a seguire quella per la Traversi


lunedì 21 settembre 2015

CON SINISTRA E AMBIENTE PUOI FIRMARE GLI 8 REFERENDUM IL 26-09-015


A Meda
SABATO 26-09-015 dalle ore 9.30 alle 19.30
in via Indipendenza zona fontana/Millepiedi 
banchetto di raccolta firme 
per gli 8 REFERENDUM
su AMBIENTE, DEMOCRAZIA, LAVORO e SCUOLA.
La raccolta firme è organizzata 
dal gruppo di SINISTRA e AMBIENTE.
Vieni a trovarci, vieni a firmare anche tu per gli 8 REFERENDUM.


martedì 15 settembre 2015

INTERROGAZIONE DI SINISTRA E AMBIENTE SUI LAVORI ALLA SCUOLA ANNA FRANK


Il gruppo di Sinistra e Ambiente, a mezzo del suo Consigliere Comunale Alberto Colombo, ha protocollato il 15-09-015 un interrogazione onde avere le dovute e necessarie delucidazioni relativamente ai lavori effettuati nella scuola Anna Frank di via Giovanni XXIII.

L'interrogazione, s'è resa necessaria in considerazione della situazione un poco confusa venutasi a creare in concomitanza con l'inizio dell'anno scolastico.
Non si è infatti ben compreso la natura dei lavori eseguiti, se essi siano terminati e tantomeno quale sia la situazione che abbiano sanato.
Ad aumentare i dubbi e la confusione, anche una determina dirigenziale dell'Area Infrastrutture e Gestione del Territorio, la n° 92 datata 7-09-015 (pubblicata sull'albo pretorio in data 15-09-015) ove si affida un incarico per "indagini di accertamento di stabilità di strutture orizzontali" per la scuola media Anna Frank e per la scuola media Antona Traversi.
Ma l'indagine serve a certificare i lavori già effettuati o è erroneamente postuma agli stessi ?
Sono dunque terminati o no i lavori e il tutto è compatibile con l'inizio dell'anno scolastico e la presenza degli alunni negli stabili ?
Si attendono chiarimenti.
Sotto l'interrogazione di Sinistra e Ambiente e a seguire il testo della determina per le "indagini di accertamento".


sabato 12 settembre 2015

SINISTRA E AMBIENTE STA CON I PROFUGHI E I MIGRANTI

Venerdì 11-09-015 c'erano anche appartenenti di Sinistra e Ambiente di Meda tra i circa trecento partecipanti a Monza alla "marcia delle donne e degli uomini scalzi".
Eravamo presenti perchè anche noi stiamo senza alcun dubbio con i nostri fratelli e le nostre sorelle che lasciano con infinite sofferenze ed enormi rischi il proprio Paese d'origine a causa di guerre, dittature, condizioni inumane o anche per cercare un futuro migliore.
Ci disgustano profondamente i richiami razzisti e xenofobi, mistificatori della realtà, di quei gruppi e di quelle forze politiche che fanno sciacallaggio su queste tragedie per raccattare consensi e rendersi visibili così come sono un insulto all'umanità la costruzione di barriere e muri per impedire il passaggio di esseri umani.
Quello dei profughi, dei richiedenti asilo e dei migranti è un dramma che merita attenzione, approfondimento, impegno e una vera politica di accoglienza da parte di tutti i Paesi dell'Europa.

L'appello della marcia
Lo striscione di apertura della marcia



Nel blog ne abbiamo trattato anche qui:

MIGRANTI RICHIEDENTI ASILO: INFORMARE PER SMONTARE LE MISTIFICAZIONI

MARONI, ZAIA, TOTI: INDECENZA ISTITUZIONALE

I PROFUGHI IN PROVINCIA DI MB

"MAFIA CAPITALE" E IL LUCRO SULLE EMERGENZE

A MONZA, UNA VEGLIA PER I MIGRANTI E I PROFUGHI

IL GRILLO PROTOLEGHISTA

MIGRANTI E PROFUGHI: BASTA RAZZISMO, BASTA DISCRIMINAZIONI, BASTA BOSSI-FINI. ACCOGLIENZA !

SOLIDARIETA' CON GLI ASILANTI: L'ESPERIENZA VOLONTARIA DI UN ADERENTE A SINISTRA E AMBIENTE DI MEDA

Seminatori di RAZZISMO


giovedì 10 settembre 2015

PEDEMONTANA, DIOSSINA TCDD e PIANO DI CARATTERIZZAZIONE


Avevamo già trattato qui i contenuti e i risultati della Conferenza dei servizi del 29-07-015 sul Piano di Caratterizzazione per la determinazione dei livelli di contaminazione da TCDD del suolo nelle aree ex A-B-R interessate dal tracciato dell'autostrada Pedemontana.
Ora, a mezzo accesso agli atti, il coordinamento ambientalista Insieme in Rete per uno Sviluppo Sostenibile ha recuperato la documentazione relativa al verbale della Conferenza stessa.
Come si evince, la Provincia di Mb e i Comuni di Seveso, Cesano Maderno, Bovisio Masciago, Desio e Barlassina hanno sostenuto con convinzione le richieste di miglioramento della proposta di Piano di Caratterizzazione ottenendo l'implementazione di buona parte di esse.
Non altrettanto si può dire del Comune di Meda, lì rappresentato dal Sindaco Caimi, che ha prodotto un parere formale (pag 19 dell'allegato sotto) privo di qualsivoglia aspetto di contributo migliorativo, replicando l'atteggiamento di scarsa attenzione alla criticità TCDD già tenuto in sede di prima Conferenza dei Servizi del 09-04-015.

Come è nostra consuetudine pubblichiamo il verbale in oggetto con l'impegno di continuare a tenervi aggiornati nel merito.