Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------

CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

martedì 6 dicembre 2016

Il 4 DICEMBRE, CON IL NO HA VINTO LA COSTITUZIONE


Anche a Meda le modifiche Costituzionali fortemente volute da Renzi e dai suoi fedelissimi sono state respinte con 7795 No pari al 56,95 % contro 5892 SI pari al 43,05%.
Il gruppo di Sinistra e Ambiente si è impegnato a sostegno delle ragioni del No unendosi ad altri soggetti di Sinistra – SEL, Possibile, Lista Tsipras - e associazioni democratiche quali l’ANPI, la CGIL, la FIOM, l’ARCI, il Comitato dei Costituzionalisti per il NO etc. nonché con alcuni esponenti nazionali e locali del Pd anch’essi fortemente contrari  ai contenuti della revisione.
Questi sono stati i nostri compagni di strada con cui abbiamo condiviso la battaglia per diffondere le nostre argomentazioni a favore del No.
Lasciamo ai miseri le fantasie su presunte "alleanze innaturali" mai esistite e una falsa narrazione che volutamente ignora come i Referendum siano il momento di espressione naturale dell'opinione dei cittadini, con la normale trasversalità che ne consegue.
La nostra è stata una valutazione NEL MERITO che ci differenzia da chi ha inteso la consultazione referendaria come un pronunciamento plebiscitario favorevole al suo operato o come un’occasione di rivalsa politica.
E' responsabilità dello stesso Renzi e del Pd renziano se questo pronunciamento s'è via via caricato di valenza politica per la personalizzazione e l'identificazione proprietaria da loro costruita, accompagnata da una ricerca di consensi aggressiva fatta da slogan semplificati, fuorvianti e da "realtà ribaltata".
Poco ha loro giovato il tentare d'auto-accreditarsi con il patentino di presunti "innovatori" etichettando di contro come "conservatori" chi era d'opinione differente e spingendosi a considerare questa consultazione non una libera espressione sui contenuti della revisione ma un voto sul loro operato, infilandosi così in un "cul de sac".
La COSTITUZIONE è un Bene Comune troppo importante che non può essere oggetto di modifiche pasticciate e pericolose scritte per  piegarla alle necessità di chi cerca e vuole garantirsi leaderismo e governabilità restringendo la rappresentanza e riducendo i poteri dei cittadini.
Ecco perchè valutiamo positivamente la vittoria del NO che ci auguriamo ponga qualche argine anche ad una pratica di governo e della politica fatta di arroganza, semplificazione pressapochista, populismo accattivante e mistificazione.

Sinistra e Ambiente continuerà a garantire il suo impegno e ad esprimersi, sia su temi nazionali sia locali, contrastando tutte le volontà di limitare gli spazi di partecipazione e confronto in nome di falsi efficientismi.

Così a Meda
Un'analisi della suddivisione del voto per fasce di età
che dovrebbe essere oggetto di riflessione per chi ha promosso il Si.
Qui l'intervento del Presidente dell'ANPI nazionale Carlo Smuraglia.

Nessun commento:

Posta un commento